Guide

MARCHIARE UNA STAMPA 3D CON UN PASTELLO A OLIO

Marchiare un pezzo stampato 3D significa aggiungere alla parte scritte, forme o caratteri facilmente leggibili per renderlo identificabile rispetto agli altri.

Nell’industria manifatturiera, i produttori etichettano i loro utensili in modo che siano  riconoscibili l’uno dall’altro, specialmente quando si tratta di pezzi che hanno una forma simile.


Di seguito è descritto un semplice trucco per marchiare e rifinire pezzi stampati 3D utilizzando un pastello a olio.

MF-engineering-marchiare_pezzo_stampato_3D-1


SCEGLIERE UN PASTELLO AD OLIO

Il pastello a olio è uno strumento fatto di cera che può essere utilizzato per dare colore alle incisioni realizzate su un determinato pezzo stampato 3D.


E’ possibile incontrare comunemente questa tecnica sulle palle da bowling: i loghi vengono incisi sulla palla e il pastello a olio viene usato per il dargli il colore scelto.

Per quanto riguarda le stampe 3D è bene che il marchio inciso sia ben visibile, perciò sarebbe meglio scegliere una colorazione fluorescente.

MF-engineering-marchiare_pezzo_stampato_3D-2

PROGETTARE L’INCISIONE

Una della cose a cui bisogna prestare attenzione è la progettazione dell’incisione. Questa fase si svolge direttamente utilizzando il software di modellazione 3D adoperato per la progettazione della parte.  La forma o il testo che si desidera incidere sul determinato pezzo da stampare 3D deve essere realizzata durante la fase di progettazione.

MF-engineering-marchiare_pezzo_stampato_3D-3

La profondità delle incisioni è importante:

  • se è irrisoria, lo stucco rischia di consumarsi troppo facilmente
  • se è troppo profonda sono necessari diversi passaggi per riempire correttamente la fessura.


DIMENSIONI CONSIGLIATE:

PROFONDITÀ: 0.5mm

LARGHEZZA: 0.5mm – 1mm


MF-engineering-marchiare_pezzo_stampato_3D-4

STAMPARE IL PEZZO

Terminata la fase di progettazione, si può procedere con la stampa 3D del pezzo.

Le incisioni funzionano meglio se collocate sulla parte superiore o sui lati. Se invece è presente un’incisione sul fondo, si dovrebbe aggiungere smussatura ai suoi bordi, in modo che non abbia bisogno di materiale di supporto.


RIEMPIRE L’INCISIONE

A questo punto si può iniziare con la fase di riempimento dell’incisione. E’ necessario passare la punta del pastello a olio sopra l’incisione del pezzo stampato 3D, strofinandola avanti e indietro finché tutte fessure ottengono colore. Anche se per errore si colora la superficie in prossimità della scritta, non è un problema: i segni non saranno permanenti.

E’ consigliabile applicare più passate in diverse direzioni in modo da riempire anche gli angoli.

MF-engineering-marchiare_pezzo_stampato_3D-6


PULIRE LO STUCCO IN ECCESSO

Per rimuovere l’eccesso di stucco sulla superficie basta passare un tovagliolo di carta. Una volta terminata questa operazione, lo stucco rimarrà solo nell’incisione. A volte un tovagliolo di carta bagnata funziona bene per rimuovere gli eccessi.
MF-engineering-marchiare_pezzo_stampato_3D-8


USARE IL PEZZO

Ora il pezzo è completo e marchiato! Questo metodo è molto rapido e semplice, utile per far risaltare qualsiasi cosa, dal testo alla rifinitura, così da avere uno scopo funzionale ma anche estetico.


ALCUNE NOTE AGGIUNTIVE

L’uso del pastello a olio è un trucco semplice ed efficace per etichettare utensili e pezzi stampati 3D o per aggiungere decorazioni e dettagli piacevoli, ma in alcuni casi non funziona molto bene. Il materiale infatti è ceroso, quindi si può consumare facilmente se viene costantemente strofinato.

LA STAMPA 3D PER LA PRODUZIONE